Incastonato tra Cina e India lo stato del Nepal (quasi 150.000 km quadrati di estensione) è una giovane (da Maggio 2008) Repubblica Federale, ben conosciuta oltre che per la sanguinosa guerriglia interna dei combattenti Maoisti sfociata, purtroppo, nel massacro della famiglia Reale avvenuto nel 2001, anche per essere l’unico paese al mondo ad accogliere (quasi completamente) nei suoi confini ben otto dei tredici “ottomila” del pianeta.

Il paese si caratterizza per avere un’orografia quanto mai differenziata, passando dagli 80 m delle zone pianeggianti agli 8848 m del Monte Everest. Lo sviluppo dell’aviazione del paese asiatico si è quindi caratterizzato dall’andare di pari passo con le esigenze delle popolazioni di questo particolarissimo territorio.

Dal lato “civile” sono molto diffusi gli elicotteri, veri cavalli da tiro per le esigenze anche commerciali del paese e sempre a disposizione dei numerosi e preparati appassionati di montagna che lo visitano nonché vari turboelica civili che hanno il compito di realizzare i collegamenti punto – punto tra le varie piste del paese. Ben radicata la presenza di Bell 206, EC-135 (in varie versioni) e dei grandi e robusti Mi-8.

Dal lato militare invece non esiste una vera e propria forza aerea ma è stata costituita, nel 1979, la 11 Brigata che, pur facendo parte organicamente dell’Esercito, si occupa della gestione di tutti i mezzi aerei “con le stellette”. La Brigata, conosciuta anche come Nepal Army Air Wing, opera dall’aeroporto di Kathmandu – Tribhuvan, il più grande del paese dove vengono anche svolte le manutenzioni dei mezzi per quasi tutti i livelli di complessità tecnica; alcuni anni fa, in concomitanza con la proclamazione della Repubblica Federale, è stato costituito il VIP Flight, cioè il gruppo aereo che si occupa dei trasporti di Stato e delle personalità del paese a cui risulterebbero formalmente in carico solo alcuni elicotteri.




Quanto mai eterogenee sono le tipologie di mezzi adoperati dalla 11 Brigata: risultano infatti essere in servizio: BAe 748; Sa-330 Puma, Alouette II e III, AS-350, Mi-17, M28 Skytruck, BN-2 Islander (dalle informazioni che siamo riusciti a raccogliere pare che non esistano più esemplari, se non due, rimasti in condizioni di volo), MA-60, ALH Lancer e i nuovi elicotteri indiani Dhruv. Due Mi-17 e due Islander sono stati donati dagli inglesi a titolo gratuito.

Il VIP Flight, come sopra accennato, opera con AS-332 Puma e Bell 206. Come già scritto inoltre la parte del leone la fanno gli elicotteri, con la responsabilità di collegare quasi quaranta piazzole certificate o “strisce” di atterraggio sparse lungo tutto il paese.
Presentiamo quindi ai lettori alcune interessanti immagini (per la loro indubbia rarità) degli elicotteri e dei velivoli sopra citati.

forza aerea nepalese nepal army air wing

Gli autori vogliono ringraziare il dott. Stefano Maria Marianeschi per il contributo fotografico.

Testo: Matteo Marianeschi
Foto: Stefano Maria Marianeschi

1 risposta

  1. Stefano Marianeschi

    Matteo hai fatto un ottimo lavoro. felice di esserti stato utile.
    Stefano

    Rispondi

Rispondi