48 anni dopo l’ingresso in servizio nella Israeli Air Force del primo A-4 Skyhawks “Ayit”, il 13 Dicembre 2015 il noto  velivolo americano ha lasciato il servizio attivo dalla forza aerea mediorentale, dopo migliaia di ore di volo, centinaia di piloti addestrati e dozzine di battaglie aeree.

La cerimonia di farewell ha visto decollare per l’ultima volta una pattuglia di A-4 che ha effettuato un sorvolo su tutte le basi aeree della forza aerea israeliana. L’era dello Skyhawk in Israele iniziò nel lontano 29 Dicembre 1967 quando i primi quattro aerei arrivarono, via nave, per essere immessi in servizio negli squadrons “Valley” e “Flying Tiger” attivati proprio per l’arrivo del nuovo aereo.
L’A-4 Skyhawk ha preso parte a tutte le campagne aeree della nazione. Ricordiamo, ad esempio, la guerra dello Yom Kippur dell’ottobre 1973, durante la quale l’aereo effettuò circa 1000 sortite di attacco al suolo. Circa metà della flotta venne colpita durante i combattimenti con la perdita di 7 piloti.

Oltre all’attività operativa, negli anni novanta, lo squadron “Flying Tiger” venne aggregato alla scuola di volo dell’aeronautica israeliana, utilizzando lo Skyhawk anche come addestratore avanzato per la formazione dei piloti e dei navigatori militari israeliani, prima della sua recentissima sostituzione con il nuovo Lavi (Alenia Aermacchi M-346 Master).

Photo credits: Israeli Air Force, www.xnir.com

A proposito dell'autore

Dalla redazione di Aviation Report

Post correlati

Rispondi