Ieri 11 Novembre 2015 si è svolto il tradizionale Concerto di Beneficenza della Marina Militare Italiana. Presso la sala Santa Cecilia dell’Auditorium Parco della Musica di Roma la banda della Marina Militare, diretta dal CF Massimo Barbagallo, si è esibita davanti al pubblico e alla presenza del Ministro della Difesa Roberta Pinotti, del Ministro per le riforme costituzionali e per i rapporti con il Parlamento Maria Elenza Boschi, del CSM della Difesa Gen. Claudio Graziano e del CSM della Marina Militare Ammiraglio di Squadra Giuseppe De Giorgi.

Un appuntamento che conferma la sensibilità della Marina Militare nel sostenere progetti sociali e di solidarietà a favore della collettività. La Marina ha sposato anche quest’anno l’iniziativa, una scelta in linea con la missione di Telethon e soprattutto un omaggio a chi ha scelto di sostenere la ricerca e costruire una speranza concreta a chi vive con una malattia genetica. Il concerto infatti nasce con lo scopo di raccogliere fondi a favore della ricerca. La donazione è avvenuta tramite l’acquisto dei cuori di cioccolato, anche quest’anno simbolo della maratona Telethon. Un regalo solidale grazie al quale tutti possono sostenere la ricerca.
La sensibilità della Marina Militare per le situazioni di grave disagio sociale e di bisogno, che si rispecchiano anche nella sempre più attuale attività di soccorso in mare legata ai fenomeni di immigrazione provenienti dalle coste sud-orientali del Mediterraneo, ha portato la forza armata a individuare forme di collaborazione per iniziative a favore di alcune categorie di persone meno fortunate.

A fine concerto il CSM della Marina Militare, l’Ammiraglio De Giorgi, circondato da una rappresentanza di uomini e donne di molti enti che compongono la forza armata, è intervenuto ringraziando tutto il personale che a vario titolo, ogni giorno, in Italia, all’estero e in Mare sorvegliano e intervengono a salvaguardia della vita umana.
Un pensiero particolare è andato ai due Marò della Brigata Marina San Marco, La Torre e Girone.
L’Ammiraglio ha quindi ricordato le operazioni antipirateria nel Golfo di Aden, le missioni Mare Nostrum e Mare Aperto, quest’ultima tutt’ora in corso nel Mediterraneo. Proprio per quanto riguarda la missione Mare Aperto un ricordo è andato alle tante vittime degli scafisti, ma anche agli uomini del GOS / ComSubIn che sono impegnati ancora oggi nel recupero dei corpi della tragedia del peschereccio affondato a seguito della collisione con il traghetto intervenuto a soccorrerlo.
Un caloroso ringraziamento è andato anche ai comandanti delle navi che pattugliano il Mediterraneo e agli elicotteristi che senza soluzione di continuità sono intervenuti a fine 2014 sul traghetto Norman Atlantic per l’evacuazione dei passeggeri della nave in fiamme nel Mare Adriatico.

Oggi la sicurezza in mare acquisisce sfaccettature sempre più articolate. E la Marina ovviamente essendo quella che deve assicurare il legittimo uso del mare e la sicurezza dei nostri confini marittimi è direttamente in prima linea

Infine, molto importante è stato il passaggio sul tema delle nuove navi che stanno entrando in servizio nella flotta della Marina e sull’indotto economico ed occupazionale del quale potranno usufruire le industrie nazionali naval-meccaniche e ad alta tecnologia con un enorme aumento dei posti di lavoro. La Marina è riuscita ad andare a contratto con 7 pattugliatori su dieci autorizzati, 1 nave anfibia, 1 nave rifornitrice e 2 navi da supporto incursori.

A conclusione della serata il pubblico presente ha dato prova di grande generosità, donando nel complesso a Telethon 11 mila euro e ricevendo in cambio i Cuori di Cioccolato, simbolo della campagna di raccolta fondi “Io sostengo la ricerca con tutto il cuore”.

Nel video alcuni passaggi del discorso dell’Ammiraglio Giuseppe De Giorgi, CSM della Marina Militare Italiana

Un rigraziamento al personale dell’Ufficio Stampa e Comunicazione della Marina Militare per l’opportunità concessaci.

Testo: Stefano Monteleone
Immagini: UPICOM Marina Militare
Video: Stefano Monteleone

Rispondi