Tra la fine di Novembre e l’inizio di Dicembre abbiamo avuto modo di recarci due volte presso l’Aeroporto di Grosseto, *Home* del 4° Stormo Caccia “Amedeo d’Aosta”. Sul sedime aeroportuale fervono i lavori per il costanete adeguamento alle esigenze della macchina Eurofighter; Grosseto è sempre più fiore all’occhiello nella gestione di questo importante sistema d’arma.

La visita del 27 Novembre è iniziata di buon mattino con il saluto del Comandante del IX Gruppo Caccia, T. Col. Argieri , agli ospiti.

Dopo un’interessante momento esplicativo dei compiti dello Stormo e del Gruppo nella catena della Difesa Nazionale, ci siamo spostati nell’hangar del Gruppo Efficenza Aeromobili dove facevano bella mostra di sè tre F-2000B in manutenzione. Degno di nota il livello di cura e di pulizia dei locali della manutenzione, un plauso infatti va agli specialisti che giorno e notte si operano per la migliore affidabilità dei velivoli e lavorare in ambienti così accoglienti siamo sicuri possa aiutare. Rimanendo in ambito di qualità lavorativa e attenzione all’operatività, ricordiamo che il 4° Stormo Caccia è, ad oggi, l’unico reparto dell’Aeronautica Militare ad aver ottenuto la certificazione ISO 9001 alla fine dell’estate del 2008 .

La documentazione “ISO 9001” , i cui attestati fanno bella mostrà di sè nella Palazzina Comando del reparto, ha certificato alcuni dei processi presenti allo Stormo: in ambito operativo (gestione dell’attività di volo e accessi in base), logistico (attività di ripristino delle inefficienze e gestione delle risorse finanziarie) e nella gestione burocratica del personale. La visita è proseguita quindi nella Sala Meteo dell’aeroporto, una di quelle aree purtroppo sempre scarsamente considerate dagli appassionati e dai visitatori ma che svolge un fondamentale ruolo nella gestione dell’operatività delle missioni volate durante il giorno.

Ci siamo quindi spostati presso la Torre di Controllo, uno stabile questo sempre affascinante presso cui abbiamo potuto assistere al decolo di una flight di quattro velivoli, un monoposto e tre biposto. Ricordiamo inoltre che l’aeroporto di Grosseto è anche aperto – seppur con alcune limitazioni – al traffico civile; a volte pertanto è possibile incrociare tra gli Eurofighter qualche bizjet civile .

4 stormo 9 gruppo caccia aeronautica militare F104 Special Color  Aeronautica Militare Italiana Cavallino Rampante 4 stormo F104 Special Color 9 gruppo caccia

Ecco invece alcune immagini riprese il 4 Dicembre; la giornata è iniziata con il decollo di un C-27J della 46 Brigata Aerea e l’arrivo di un S-64 Skycrane della Protezione Civile proveniente da Capannori, decollato poi a metà pomeriggio per tornare in Toscana; anche in questa occasione abbiamo assistito al decollo di quattro velivoli Eurofighter.

Il ringraziamento va all’Ufficio Comando del 4° Stormo per aver reso possibile questa visita e agli…amici accompagnatori !!

Testo e foto: Matteo Marianeschi

57 Risposte

  1. Vittorio Zito

    Ciao ragazzi sono stato aviere scelto durante il periodo della leva 2001 presso il 4 stormo caccia di grosseto..impossibile descrivere la bellezza e l’allegria di quel periodo nonchè i meravigliosi amici. Facevo parte del gruppo difesa con il maresciallo Marchese, vorrei tanto sapere se il maresciallo è ancora in attività li e se esiste un forum per contattare persone di quel periodo…grazie siete meravigliosi
    Zito vittorio

    Rispondi
  2. Stefano

    Ciao
    Siamo un motoclub della provincia di Siena siamo molto appassionati di aereonautica abbiamo gia visitao il museo di Bracciano e ora volevamo visitare visitre la bas militare di Grosseto e il 4

    Rispondi
  3. Matteo & Stefano (Aviation Report)

    Ciao Stefano !
    Per poter effettuare una visita in base è necessario rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico dell’Aeronautica Militare Italiana e questi sono i riferimenti:

    Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)
    Palazzo Aeronautica
    Viale dell

    Rispondi
  4. filadelfio nascone

    ciao sono appassionato di aeronautica qualcuno sà dirmi di quanti aerei e formata un squadriglia e quante squadriglie ci sono nel ix gruppo c.i.o.

    Rispondi
  5. Matteo & Stefano (Aviation Report)

    Ciao Filadelfio, la Squadriglie che compongono il IX Gruppo Caccia sono la 96 “Le Vedette”, la 97 e la 98 “Gamba di Ferro” .
    La composizione numerica dei velivoli delle Squadriglie è variabile poichè gli aeroplani non sono in carico alle Squadrigile (o ai Gruppi), bensì al GEA (Gruppo Efficienza Aeromobili) che “gira” i velivoli efficienti ai vari Gruppi a seconda della necessità.

    Rispondi
  6. filadelfio nascone

    grazie Matteo&Stefano …ma generalmente la squadriglia di quanti aeromobli si compone lasciando stare il GEA che li gestisce era semplice curiosità non solo del 4

    Rispondi
  7. Matteo & Stefano (Aviation Report)

    Buongiorno Cocianni,
    non ci sono problemi per la pubblicazione; ci contatti pure via e-mail ([email protected]) per le dimensioni e le caratteristiche di cui ha bisogno per la pubblicazione della fotografia.

    Rispondi
  8. Aldo

    Aviere scelto governativo Aldo Pelos congedato 3 agosto 1975 a fine ferma ho ricevuto il cavallino di riconoscimento del 4 stormo quanti bellissimi ricordi di una gioventù che non c’è più.

    Rispondi
  9. ENRICO ARMENTANO

    sono un ex VAM del 113 c/so,
    ero in aeroporto negli anni 1981/1982 ho dei bellissimi ricordi e uno purtroppo molto triste ho perso un commilitone in un incidente con la campagnola mentre effettuava il giro con il sottotenente di turno all’esterno del’aeroporto
    non dimentichero’ mai quegli anni

    Rispondi
  10. Matteo & Stefano (Aviation Report)

    Salve Stefano e grazie del suo ricordo. Essendo l’aeroporto un’area militare interdetta al pubblico non esiste ovviamente un calendario in cui è aperto alle visite. Solitamente le occasioni migliori sono le manifestazioni aeree dove il sedime aeroportuale si trasforma in un grande “cinema a cielo aperto” dove godere dello splendido spettacolo dell’aviazione.

    Rispondi
  11. FABIO BERTOLACCI

    per ENRICO ARMENTANO io ero uno sciaquino lavoravo nella mensa del “fortino” corso 117 da febbraio 82 mi ricordo quella brutta storia ….e magari ci siamo visti parecchie volte visto che in mensa ci passavano tutti x forza…dormivo nell’unica delle 4 torrette che era adibita a camera eravamo in tre e la sera d’estate aprivamo la finestra che dava sul tetto che era come una grande terrazza e ci guardavamo gli f 104 che partivano poi in due lavoravamo in mensa e l’altro allo spaccio quindi ti puoi immaginare che non ci mancava niente e’ stato un periodo bellissimo

    Rispondi
  12. gino bernardini

    ciao a tutti.sono un ex vam corso 118 io sinceramente nn ho un bel ricordo dei 5 mesi passati di guardia agli f 104 di grosseto..chiunque è stato lì in quel periodo può confermare che era1vero e proprio inferno.guardie anche 25 giorni di continuo in barba alle 24 ore di riposo(nell’ordine del giorno di guardia risultavano nomi di gente congedata da mesi.)a parte questo ho1 belliss.ricordo degli amici della naia che a quei tempi ti formava varamente !!1saluto a tutti quelli che erano lì e all’aereonautica(non agli ex marescialli del fortino…)

    Rispondi
  13. gino bernardini

    ciao stefano bucalossi nn sò che corso eri ma probabilmente abbiamo convissuto inseme nel “fortino”io sono stato lì da ottobre82 a marzo83 non sò se riuscito a visitare l’aereoporto..piacerebbe anche a me tornarci.un saluto anche allo “sciaquino”fabio bertolacci che da quanto ho capito ci dava da mangiare.come dicevo..lì mi hanno veramente rotto il c..o ma nonostante tutto quel periodo e i caccia mi sono rimasti nel cuore.spero di poter andare a visitare il4

    Rispondi
  14. Matteo & Stefano (Aviation Report)

    Gentile Roberto,
    come avrà capito noi non siamo l’Aeronautica Militare e come avrà letto nel nostro disclaimer in basso non possiamo tollerare commenti offensivi nei riguardi di nessuno che essi siano enti istituzionali o nostri lettori, purtroppo non conosciamo le storie personali di nessuno e se lei ha qualche rimostranza da fare deve rivolgersi a chi di dovere se pensa che sia giusto e corretto. Mi dispiace ma per correttezza e coerenza verso noi stessi e chi ci segue ci vediamo costretti a cancellare il suo commento.

    Rispondi
  15. roberto menini

    Mi spiace, forse sono stato interpretato male. Il mio non era un ben che minimo rimprovero, e se ho offeso chi che sia chiedo scusa a chiunque si sia ritenuto offeso.

    Rispondi
  16. giovanni ceraso

    sono stato al IX gruppo, come avere scelto, dal giugno 72 a giugno 73 , nela palazzina prossima alla pista insieme ai pioti ( gente eccezionale).E’ stao un anno bellissimo, colgo l’occasione di salutare tutti quelli che hanno vissuto con me questa meravigliosa ” avventura”. Se qualcuno di essi ha modo di leggermi, si faccia sentire. Grazie e ciao a tutti

    Rispondi
  17. lorenzo

    La mia può sembrare una domanda stupida, ma mi sono chiesto? Se ad un pilota a diecimilametri, ha un bisogno urgente di urinare o defecare come fa?

    Rispondi
  18. RICCARDO VALENTI

    BUONGIORNO DA RICCARDO.
    MIO FIGLIO STA PER TERMINARE LE SCUOLE MEDIE
    E SICCOME E’APPASSIONATO DI AEREI MI DOMANDA IN CONTINUAZIONE CHE TIPO DI PERCORSO SCOLASTICO DEBBA SEGUIRE PER ACCEDERE A CODESTA CARRIERA.
    DA BUON PADRE QUALE CONSIGLIO POSSO DARGLI.

    Rispondi
  19. Matteo (Aviation Report)

    Buongiorno sig. Valenti e complimenti per la passione di suo figlio.
    La scelta di “provare a fare il pilota” come almeno una volta nella vita molti di noi hanno detto, è una scelta molto importante e da ponderare con attenzione. La carriera aeronautica può essere distinta tra il pilota militare e il pilota civile.
    In ambito di Aeronautica Militare Italiana la invitiamo sin da subito a visitare il sito ufficiale dell’AMI che è http://www.aeronautica.difesa.it .
    Nel primo caso comunque possiamo dirle che non ci sono “scuole” particolari da dover seguire, poichè è l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli che forma i futuri piloti militari facendo seguire ai frequentatori un ciclo di studi universitario che miscela varie materie oggetto poi della professione dl pilota; naturalmente le materie scientifiche e tecniche hanno la prevalenza nel percorso di studi.
    Essendo suo figlio quindi in procinto di terminare il primo ciclo di studi, se volesse indirizzarsi verso una formazione secondaria (liceo) di tipo Tecnico o Scientifico potrebbe essere un buon propedeutico per i futuri studi; attenzione però, non è scritto da nessuna parte che gli studi scientifici “assicurino” una strada più semplice nel percorso formativo del pilota; conosciamo di persona molti ottimi piloti che vengono da studi classici o di natura differente.
    Le segnaliamo poi che da qualche anno ormai anche l’Arma Azzurra – a somiglianza di altre Forze Armate – ha costituito un istituto di formazione secondaria ove gli studenti possono frequentare il triennio conclusivo degli studi di Liceo Classico o di Liceo Scientifico.
    L’istituto è la Scuola Militare Aeronautica “Giulio Douhet”, con sede in Firenze presso la ex Scuola di Guerra Aerea.
    L’Istituto di Formazione, noto per l’eccellenza della formazione in grado di attuare, è rivolto a tutti i giovani (uomini e donne) di età compresa tra i 14 e i 16 anni;

    Rispondi
  20. Matteo (Aviation Report)

    i quali – per poter essere inseriti nelle classi – devono risultare vincitori dell’apposito bando emesso ogni anno.
    Ricordiamo in proposito che per tutti i frequentatori degli Istituti Militari è prevista un’aliquota di posti riservati per i futuri concorsi d’Accademia.
    Infatti, anche per entrare in Accademia Aeronautica, al termine degli studi superiori (comunque nei lmiti minimi d’età previsti), è necessario partecipare agli appositi bandi emessi solitamente tra Dicembre e Gennaio di ogni anno.
    Superate le varie prove specifiche previste nel bando l’Allievo/a viene inquadrato nei Corsi Normali dell’Accademia Aeronautica nel Ruolo Piloti o Navigatori.
    Inizia in questo modo l’iter pluriennale per la qualifica di Pilota Militare.
    Rimanendo sempre in ambito militare ricordaimo che esiste anche la posibilità di fare domanda al bando per AUPC, Allievi Ufficiali Piloti di Complemento, professione questa che vede un ciclo di formazione accademica più ridotto rispetto ai Corsi Normali (tre mesi) a cui poi seguono le scuole di volo e l’inserimento nei reparti nonchè la ferma pluriennale in Aeronautica.
    Attenzione: le ricordiamo però che i bandi AUPC sono discontinui, dipendendo infatti dalle specifiche esigenze della forza armata possono passare anche anni tra l’emissione di un bando e il successivo.

    Rispondi
  21. Matteo (Aviation Report)

    L’iter formativo per diventare piloti per le altre Forze Armate (Carabinieri, Marina Militare, Esercito Italiano) sono analoghi; idem dicasi per i frequentatori dei corsi di pilotaggio dei Corpi Armati dello Stato (Polizia di Stato, Corpo Forestale dello Stato ecc ecc); tematica sulla quale però non ci dilungheremo in questa occasione; per quanto riguarda il settore ala rotante (gli elicotteri) la invitiamo a leggersi il nostro articolo sul 72

    Rispondi
  22. Aviation Report

    Buongiorno Gabriele, come può ben immaginare non è per noi facile rispondere alle richieste che, come la Sua, riguardano la ricerca di commilitoni o ex colleghi con i quali si sono passati bei momenti di condivisione in periodi più o meno recenti.
    Il consiglio che ci sentiamo di darle è di provare a mettersi in contatto con il centralino AMI (i contatti può trovarli sul sito Internet) e da lì capire se ci sono elementi su cui inziare la Sua ricerca.
    Nel nostro piccolo pubblichiamo comunque sempre con piacere la Sua richiesta come quella di altri Suoi (ex) colleghi nella speranza che i suoi vecchi compagni di reparto possano leggerla ! A volte è già successo!

    Rispondi
  23. Aviation Report

    Buongiorno Fabio,
    Per poter effettuare una visita in base è necessario rivolgersi all’Ufficio Relazioni con il Pubblico dell’Aeronautica Militare Italiana e questi sono i riferimenti:

    Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP)
    Palazzo Aeronautica
    Viale dell

    Rispondi
  24. Ivan Bettoni

    Salve, sono un modellista e vorrei chiedere se è possibile avere delle foto di alcuni particolari del Typhoon da usarsi solo a scopo modellistico..Grazie

    Rispondi
  25. Aviation Report

    In che senso quanti siamo e cosa si fa alla base? Lei è un militare in servizio che è stato trasferito presso la base aerea di grosseto?

    Rispondi
  26. venchiarutti giovanni

    Sono uno del corso 199 v.a.m. mi piacerebbe contattare i miei paricorso……….che tempi!!!!

    Rispondi
  27. Armando

    Ciao Luca, esattamente non è dato sapere quanto velivoli ci sono al 4 Stormo, soprattutto ora che ci sono quelli che andranno ad equipaggiare il 18

    Rispondi
  28. Luca

    Quindi se ho capito bene anche trapani avrà i Typhoon, alcuni dati riportano che in italia c’erano 96 EFA, ma è possibile che in una base come quella di Grosseto ci stiano 48 aerei?

    Rispondi
  29. Luca

    Grazie per aver risposto con tempestività, però forse non mi sono espresso bene, è possibile che l’aeroporto di grosseto tenga un numero dai 30 a 40 eurofighter? Nel senso…ci starebbero?

    Rispondi
  30. Armando

    Fino a 30 ci si può arrivare 40 non lo so tenendo conto anche delle problematiche tecnico-logistiche.
    Ciao

    Rispondi
  31. Luca

    Lo chiedevo appunto per quello! Sembra strano che in un aeroporto ci siano 40 aerei! Grazie ancora Armando!

    Rispondi
  32. Fabrizio Orienti

    Buongiorno!
    Nella data odierna 04/07/2013 alle ore 10:43 circa è sorvolato sulla frazione di Torrenieri nel comune di Montalcino un aereo militare in esercitazione al di sopra delle abitazioni non superiore agli 80 mt. Tale avvenimento comporta per la rumorosità di tali velivoli un danno molto elevato alla quiete pubblica per non dire dei traumi, in particolar modo ai neonati ed alle persone anziane. Vi pregherei cortesemente di fare presente ai vostri piloti che tali comportamenti non sono consoni al rispetto della popolazione civile. Nel caso in cui dovessero ripresentarsi comportamenti del genere, provvedero’ ad esporre regolare denuncia presso la piu’ vicina caserma dei carabinieri per disturbo alla quiete pubblica e quant’altro. Certo di una maggiore attenzione perché certi comportamenti vengano evitati in fututro, invio distinti saluti.

    Rispondi
  33. Aviation Report

    Buongiorno Fabrizio, non S**mo l’Aeronautica Militare ma una rivista. Dovrebbe girare la sua richiesta ai giusti enti. Grazie e cordiali saluti

    Rispondi
  34. clse

    buongiorno, complimenti per le ottime foto, comprese quelle di Zeltweg!! (eravamo presenti anche noi ;))

    fra una decina di giorni, dopo ferragosto, saremo in vacanza a Principina a mare.

    credo sia impossibile visitare l’aeroporto di Grosseto, secondo voi si può sperare in qualche decollo in direzione mare, o l’attività viene sospesa in agosto?
    grazie e continuate cosi!

    Rispondi
  35. Aviation Report

    Ciao, l’attività ad agosto non è sospesa forse ridotta si. Le cellule di allarme H24 quelle ci sono sempre. Se avete fortuna qualche decollo lo potete vedere, anche se forse quando escono lato mare su principina solo già un pò alti.
    Ciao e buone vacanze!

    Rispondi
  36. clse

    TORNATI. SPETTACOLARE
    vi vogliamo innanzitutto ringraziare, con il vostro su*gerimento abbiamo contattato via mail l’ URP dell’ AM che dopo nemmeno una settimana ci ha fatto rispondere direttamente dal comando del 4

    Rispondi
  37. Aviation Report

    Alla grande bravi avete avuto veramente una buona occasione non sempre facile da poter ottenere. Se avete voglia di farci vedere qualche foto S**mo qui. Grazie e a presto

    Rispondi
  38. clse

    più che volentieri!!! tieni conto che le nostre foto sono molto amatoriali… come posso fare per inserirle?
    se vi interessa ho anche il video del mio volo sul simulatore…

    ancora grazie, ciao

    Rispondi
  39. Marcello Indolfi

    Buongiorno,sono il Sig.Marcello Indolfi,abito a Grosseto nella zona della Cittadella,ogni giorno passano avanti al mio palazzo i vostri aerei, quando fanno la virata per iniziare l’atterraggio e l’altro giorno ho avuto l’emozione di vedere arrivare un aereo radar,enorme e bellissimo.Mi piacerebbe poter visitare la vostra base con mia moglie.
    Buon lavoro
    Marcello Indolfi

    Rispondi
  40. Aviation Report

    Buonasera Marcello,
    le invidiamo un pò il fatto di poter ammirare tutti i giorni i caccia dell’Aeronautica Militare. Noi S**mo una rivista di aviazione e non la Forza Armata, quindi non sapremmo come indirizzarla anche perchè grosseto è una base militare che non è aperta al pubblico se non in casi di manifestazioni oppure open day. Gli anni scorsi questa base è stata aperta al pubblico per il 4 novembre, la festa delle forze armate, quindi forse anche quest’anno potrebbe essere accessibile almeno per una giornata al pubblico. Continui a seguirci perchè pubblicheremo il programma di questa festa e le eventuali aperture al pubblico delle installazioni militare conivolte nelle celebrazioni. Grazie e un saluto.

    Rispondi
  41. daniele

    ho avuto la fortuna di prestare il servizio militare presso il 4 stormo caccia di grosseto nel 1992.1993 anni bellissimi cso.6/92

    Rispondi
  42. salvatore di maggio

    Sono un Lgt AM in congedo, anni fa a Decimo in occasione della campagna tiri, da un mio collega di Grosseto comprai un orologio con quadrante nero del Tiphon se era possibile avere notizie per ricomprarlo. grazie

    Rispondi

Rispondi