Il personale dell’Aeronautica Militare del Distaccamento Aeroportuale di Brindisi sta fornendo un significativo contributo all’attività della Guardia Costiera lettone per l’intero periodo del rischieramento nell’ambito dell’operazione “Aeneas Patrol Flights”

E’ un velivolo per la sorveglianza marittima  “CESSNA 404”  della “Latvia Border Guard”, Guardia Costiera lettone, autorizzato dallo Stato Maggiore Aeronautica, ad operare dal Distaccamento Aeroportuale di Brindisi dall’1 luglio al 31 agosto, nell’ambito dell’operazione “Aeneas Patrol Flights”, gestita dall’Agenzia Europea “Frontex”, per il pattugliamento marittimo del basso adriatico, di cui l’Italia è uno dei Paesi membri.

Il personale dell’Aeronautica Militare del reparto messapico – preposto a prestare assistenza ai velivoli di passaggio,  –  garantirà  giorno e notte il necessario servizio di supporto tecnico e logistico, assicurando l’assistenza a terra, oltre alle attività di coordinamento necessarie per consentire le operazioni di rifornimento di carburante.

La presenza del velivolo presso il Distaccamento brindisino si inquadra nell’attività di pattugliamento marittimo lungo i confini del basso Adriatico, al fine di limitare il numero dei cittadini di paesi terzi che entrano illegalmente nel territorio dell’UE, ridurre il numero di decessi e rafforzare la sicurezza interna in tutta l’UE contribuendo a prevenire la criminalità.

Germania,  Estonia, Finlandia, Islanda, Malta, Francia, Spagna, Polonia, Svezia e Lituania,  sono i Paesi che si sono avvicendati  presso Il Distaccamento nell’ambito delle attività previste da Frontex  ai quali l’Aeronautica Militare, per mezzo del reparto brindisino, ha fornito dal 2011 ad oggi  il proprio supporto, ospitando rischieramenti di velivoli e personale.

L’Ente messapico posto alle dipendenze del Servizio dei Supporti del Comando Logistico, fornisce, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, il servizio meteo all’aviazione civile, assistenza ai velivoli di passaggio appartenenti ai Paesi della NATO e il supporto logistico ed amministrativo agli Enti di Forza Armata dell’area brindisina, assicura inoltre l’assistenza alle Nazioni Unite, vero e proprio “core business” del reparto.

Sovrintende inoltre, all’applicazione degli accordi bilaterali relativi alla presenza di reparti USA stanziali, come il Solar Electro-Optical Network (SEON), ubicato sul sedime dell’ex base USAF di San Vito dei Normanni (BR) posto alle dipendenze del 31st Fighter Wing, di Aviano (PN).

Fonte e photo credits: UCOM Aeronautica Militare, Distaccamento Aeroportuale di Brindisi

Rispondi