E’ ufficiale, il caccia della Lockheed Martin, nella versione STOVL  in dotazione ai Marines, parteciperà alla prossima grande esercitazione Red Flag 2016 che si terrà come di consueto sul Nevada Test and Training Range di Nellis, tra il 19 ed il 29 luglio prossimi.

I Marines hanno annunciato che il Marine Fighter Attack Squadron VMFA-121 (3rd Marine Aircraft Wing) basato sulla MCAS Yuma, Arizona parteciperà all’esercitazione Red Flag con i suoi nuovi Lockheed Martin F-35B Lightning II. Si tratta di un’altra pietra miliare verso l’operatività sempre più spinta per il più grande (e costoso) programma militare in corso.

Lo Squadrone dei Marines che parteciperà alla Red Flag è stato sin dall’inizio impegnato nello sviluppo dei carichi nelle stive interne del Lightning II. L’atterraggio verticale del primo F-35B è avvenuto proprio presso la MCAS Yuma  il 21 marzo 2013, per essere preso in carico dai Green Knights.

Lo stesso Squadron è destinato ad essere rischierato in una base giapponese nel corso del prossimo anno, ovviamente con i propri F-35B.

E’ recente il debutto del caccia STOVL della Lockheed all’International Air Tattoo 2016 prima ed al Salone di Farnrborough International 2016 poi, dove a sorprendere sono state le grandi doti di agilità nelle prestazioni STOVL.

Impressionanti le doti di hovering mostrate, l’aereo sembrava… un elicottero: rimane fermo senza beccheggio e rollio ed è in grado di traslare e ruotare a piacimento senza i problemi del suo predecessore Harrier, il tutto garantito dal sofisticatissimo  Lift System di Rolls Royce.

Testo: Gianluca Conversi

A proposito dell'autore

Nato a Parma, vive a Brescia. Grande appassionato di fotografia aeronautica e sportiva, annovera un passato da radiocronista sportivo per alcune radio private emiliane. Collabora come fotografo sportivo con l’associazione Oldmanagency. Si occupa di processi aziendali i e formazione presso una multinazionale leader nei settori del trasporto internazionale e logistica integrata.

Post correlati

Rispondi