Entra in servizio in Italia l’elicottero Airbus Helicopters H-145, attualmente il mezzo più moderno per l’elisoccorso. Bimotore della categoria delle 4 tonnellate era atteso con particolare entusiasmo da tutta la comunità del settore civile del soccorso aereo

Particolarmente adatto in condizioni di alta quota e alte temperature, sei nuovi elicotteri H-145 (di cui uno in arrivo) sono pronti a volare nei cieli italiani nel servizio dell’elisoccorso nazionale. Due esemplari sono già entrati in servizio sulle dolomiti dell’Alto Adige e altri due nella calda Sicilia.

Il 1 marzo 2015 due nuovi H-145 sono entrati in servizio in Alto Adige dove l’associazione “HELI – Elisoccorso Alto Adige”, gestore e organizzatore dell’elisoccorso che opera su incarico della giunta provinciale, ha sostituito, dopo decenni di onorato servizio, i due Pelikan BK117.
I nuovi elicotteri stanno dimostrando, come previsto, le straordinarie prestazioni con ampi margini di sicurezza operativa. Le turbine Arriel2E, con una potenza di 1.072 shp ciascuna, permettono di svolgere agevolmente missioni anche in condizioni estreme come le alte quote dell’Ortles, con grande apprezzamento dei piloti e del personale sanitario.

Il modello H145 è entrato in servizio anche nella Regione Siciliana, dove le alte temperature estive richiedono mezzi altamente performanti. I due elicotteri soddisfano inoltre l’esigenza in questa Regione di trasporti su lunga distanza tra le isole, grazie ai ridotti consumi e all’elevato carico utile.

Tra le molte innovazioni del nuovo modello rispetto ai suoi predecessori, si evidenziano le seguenti caratteristiche:
– un verricello in grado di lavorare a velocità doppia rispetto a quello del BK 117 riducendo il rischio durante gli interventi di soccorso;
– un rotore di coda intubato (Fenestron®) che garantisce una maggiore sicurezza durante l’atterraggio, in ambienti non protetti e per il personale al suolo durante le operazioni di soccorso. Tale tecnologia assicura inoltre livelli di silenziosità ben al di sotto di mezzi di classe inferiore;
– un’ampia visibilità esterna che migliora la sicurezza delle operazioni in ambiente ostile e velocizza l’individuazione del luogo di intervento;
– un’avionica Helionix® all’avanguardia, derivante dai modelli H225, H175 e ora anche sul futuristico H160, caratterizzata da un autopilota a 4 assi progettato da Airbus Helicopters specificatamente per gli elicotteri;
– una trasmissione in grado di funzionare per oltre 30 minuti continuativi senza lubrificazione;
– la possibilità per l’HEMS crew member di posizionarsi agevolmente dalla cabina di pilotaggio alla postazione verricello e/o nella cabina sanitaria senza richiedere un atterraggio per riconfigurare l’abitacolo;
– un nuovo kit sanitario studiato dai medici e operatori italiani, prodotto dall’azienda MECAER di Monteprandone (AP).

Più di 100 esemplari sono stati finora ordinati, di cui 85 da parte delle principali organizzazioni europee di soccorso aereo, tra i quali gli importanti operatori italiani Inaer Aviation Italia ed Airgreen.

Fonte: Airbus Helicopters
Photo credits: Philipp Franceschini – Foto su Flickr

Rispondi