Due piloti italiani hanno completato l’addestramento iniziale sull’F-35 con il primo ai comandi un pilota militare italiano. Il 5 novembre 2015 il pilota italiano è andato in volo con un F-35 australiano, seguito da terra da un istruttore dell’Air Force Reserve. I militari italiani sono stati coadiuvati anche da due piloti istruttori del 61st Fighter Squadron.

Questo volo segna un nuovo traguardo raggiunto dal programma F-35 anche nell’ambito della cooperazione multinazionale tra i partners del progetto, che collaborano giornalmente per rendere il programma F-35 una realtà operativa e per rendere la base aerea di Luke un hub internazionale per l’addestramento all’utilizzo del JSF.

“Il primo volo dei militari italiani è proprio un esempio di questa cooperazione multinazionale, che ha visto i piloti italiani volare su un velivolo australiano coadiuvati da istruttori americani.” ha dichiarato lo Squadron Leader Nathan Draper, Australian Participant Maintenance Liaison Officer.

I piloti italiani ha iniziato il corso teorico il 21 settembre 2015 che ha compreso circa 90 giorni di corso in aula e al simulatore sotto la supervisione del 56th Training Squadron, prima di passare al corso pratico sul velivolo. Quando questi piloti torneranno in Italia saranno in grado di aiutare lo sviluppo del programma di addestramento per la propria forza aerea e per i futuri colleghi piloti destinati alla linea F-35.

U.S. Air Force photo by Airman 1st Class Ridge Shan

Rispondi