Airbus, Rolls-Royce e Siemens hanno costituito un accordo di partenariato per sviluppare a breve termine un aereo dimostratore, che costituirà un significativo passo in avanti verso la propulsione ibrido-electrica  per aerei commerciali.

Le tre aziende hanno annunciato questa collaborazione rivoluzionaria che riunisce i migliori esperti mondiali in materia di tecnologie elettriche e di propulsione presso la Royal Aeronautical Society di Londra.

Il volo del dimostratore tecnologico di propulsione ibrida E-Fan X è previsto per il 2020, dopo una campagna completa di prove al suolo che saranno condotte provvisoriamente su un aereo di prova BAe 146, su cui uno dei quattro reattori sarà stato sostituito da un motore elettrico da due megawatt. Verranno inoltre prese delle misure per sostituire una seconda turbina con un motore elettrico, una volta dimostrata la maturità del sistema.

L’E-Fan X costituisce una nuova tappa importante del nostro obiettivo di fare del volo elettrico una realtà in un futuro prossimo. Le lezioni che abbiamo appreso grazie a un lungo passato di dimostratori di volo elettrici, che è iniziato con il Cri-Cri, seguito dall’e-Genius e dall’E-Star e che ha raggiunto il culmine con l’E-Fan 1.2, unite ai frutti della collaborazione E-Aircraft System House con Siemens, apriranno la strada a un aereo di linea a corridoio singolo ibrido sicuro, efficiente ed economico. Vediamo nella propulsione ibrida una tecnologia convincente per il futuro dell’aviazione”, ha dichiarato Paul Eremenko, Chief Technology Officer di Airbus.

Il dimostratore E-Fan X esplorerà le sfide poste dai sistemi di propulsione di grande potenza, quali gli effetti termici, la gestione della spinta elettrica, gli effetti dell’altitudine e della dinamica sui sistemi elettrici e le questioni di compatibilità elettromagnetica. L’obiettivo è quello di far avanzare e maturare la tecnologia, la performance, la sicurezza e l’affidabilità per favorire il rapido progresso delle tecnologie ibride. Inoltre, questo programma ha lo scopo di stabilire le future esigenze di certificazione degli aeromobili a propulsione elettrica formando, al contempo, una nuova generazione di progettisti e ingegneri in modo da contribuire a portare l’aviazione commerciale ibrida-elettrica più vicina alla realizzazione.

Attraverso la loro partecipazione al programma E-Fan X, Airbus, Rolls-Royce e Siemens porteranno la loro vasta esperienza e competenze maturate nei loro rispettivi settori:

  • Airbus sarà responsabile dell’integrazione globale oltre che dell’architettura di controllo del sistema di propulsione ibrido e delle batterie, e della sua integrazione con i comandi di volo.
  • Rolls-Royce sarà responsabile dei motori turbo-albero, del generatore di due megawatt e dell’elettronica di potenza. Insieme ad Airbus, Rolls-Royce lavorerà sull’adattamento della ventola alla navicella esistente e al motore elettrico Siemens.
  • Siemens consegnerà i motori elettrici di due megawatt e la loro centralina elettronica oltre all’invertitore, al convertitore DC/DC, e al sistema di distribuzione di potenza. Questo segnerà il culmine della collaborazione A-Aircraft Systems House fra Airbus e Siemens, iniziata nel 2016 e che ha come obiettivo lo sviluppo e la maturazione di diversi componenti dei sistemi a propulsione elettrica e la loro dimostrazione con diverse categorie di potenza.

Airbus, Siemens, Rolls-Royce E-Fan-X

L’E-Fan X ci permette di basarci sulla ricchezza della nostra competenza in campo elettrico per rivoluzionare il volo e accogliere la terza generazione dell’aviazione”, ha dichiarato Paul Stein, Chief Technology Officer di Rolls-Royce. “È una tappa appassionante per noi poiché questo progresso tecnologico consentirà a Rolls-Royce di creare il generatore volante più potente al mondo”.

Siemens fa progredire l’innovazione nei principali settori tecnologici alla massima velocità”, ha dichiarato Roland Busch, Chief Technology Officer di Siemens.Nell’aprile 2016 la nostra collaborazione con Airbus ci ha consentito di inaugurare un nuovo capitolo nella mobilità elettrica. Con lo sviluppo della propulsione elettrica per gli aeromobili stiamo aprendo nuove prospettive per la nostra azienda, ma anche per i nostri clienti e per la società. La partnership E-Fan X ci consente ora di passare alla fase successiva per dimostrare le performance di queste tecnologie in volo”.

La transizione verso un mezzo di trasporto dalle performance ambientali ottimizzate, più efficienti, e meno dipendenti dai combustibili fossili fa parte delle principali sfide poste dal settore dell’aviazione di oggi. I partner si sono impegnati a raggiungere gli obiettivi ambientali tecnici della UE contenuti nel rapporto Flightpath 2050 Vision for Aviation della Commissione Europea (riduzione delle emissioni di CO2 del 60%, riduzione delle emissioni di NOx del 90% e riduzione del rumore del 75%). Questi obiettivi non sono realizzabili con le tecnologie attualmente a nostra disposizione. È per questo che Airbus, Rolls-Royce e Siemens investono e si concentrano su lavori di ricerca in differenti ambiti tecnologici, nello specifico, nell’elettrificazione. Oggi la propulsione elettrica e la propulsione ibrida sono considerate fra le tecnologie più promettenti per rispondere a queste sfide.

Fonte e photo credits: Airbus Industries, Rolls-Royce

Rispondi