Lunedì 23 maggio 2016, il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Tullio Del Sette, ha visitato l’Aeroporto e il 41° Stormo Antisom dell’Aeronautica Militare (AM) di Sigonella, comandati dal Colonnello Pilota Federico Fedele.

L’Autorità, accompagnata dal Comandante Interregionale Carabinieri di Messina, Generale di Corpo d’Armata Silvio Ghiselli, al suo arrivo nella Base Siciliana è stato accolto dal Colonnello Fedele che gli ha illustrato le attività dell’Aeroporto, dettagliando i vari compiti e funzioni, e in particolare quanto svolto dallo Stormo a mezzo del velivolo BR-1150 Atlantic che, seppur “datato” e vicino alla pensione, continua ad essere un binomio di operatività ed efficacia per l’intera Forza Armata, in particolare quando si tratta di salvaguardare la vita umana nelle operazioni di sicurezza e ricerca nei nostri mari.

La visita guidata è proseguita ad alcune infrastrutture della Base tra le quali il nuovo hangar con dentro l’Atlantic in fase di manutenzione e quelle legate alle attività dei velivoli a pilotaggio remoto (APR) “Predator” tramite i quali l’AM da Sigonella complementa e rafforza il dispositivo di difesa nazionale. Dunque un breve tour alla parte dell’Aeroporto dove è ospitata la Naval Air Station della Marina degli Stati Uniti d’America e il saluto al proprio Comandante, il Captain Brent Trickel.

Dopo aver toccato con mano sia l’attuale realtà che le prospettive future di Sigonella, il Generale Del Sette ha visitato la locale Compagnia Carabinieri per l’AM e lì incontrato e salutato tutto il personale a cui ha voluto stringere la mano ad uno ad uno e fare i complimenti per l’instancabile attività al servizio della Collettività. Gesto quest’ultimo di vicinanza e di fiducia molto apprezzato dai militari dell’Arma.

Prima di lasciare Sigonella, il Generale Del Sette ha ricevuto dal Colonnello Fedele il crest dell’Aeroporto. Gesto ricambiato con il crest dell’Arma dei Carabinieri. Ha dunque firmato l’Albo d’Onore del 41° Stormo, sul quale, nel sintetizzare le poche ora passate a Sigonella e nel rivolgersi al personale dell’AM, è rimasta la testimonianza dell’evento con la dedica:

“… uno Stormo, una realtà delle Forze Armate Italiane importante anche per gli Alleati della NATO, un punto di forza della difesa nazionale e del mondo occidentale….il nostro mondo. Un’efficiente struttura dell’AM e della difesa con un importante passato, un bel presente e uno splendido futuro. Complimenti e fervidi auguri a Voi tutti”

Fonte e photo: Credits: UCOM Aeronautica Militare, 41° Stormo

Rispondi