Giovedì 5 ottobre 2017 si è svolta la cerimonia di avvicendamento al comando del 41° Stormo Antisom e dell’Aeroporto di Sigonella tra il Comandante uscente Colonnello Pilota Federico Fedele e il subentrante Colonnello Pilota Francesco Frare.

L’evento è stato presieduto dal Comandante le Forze di Supporto e Speciali dell’Aeronautica Militare, Generale di Divisione Aerea Roberto Boi, alla presenza del neo Ispettore dell’Aviazione per la Marina, Generale di Brigata Aerea Amedeo Magnani, delle Autorità militari e civili della Sicilia Orientale, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma delle provincie di Catania e Siracusa e di tutto il personale della Base Aerea schierato. Presenti anche le rappresentanze di studenti degli Istituti Aeronautici del Ferrarin di Catania, del Besta di Ragusa e del Majorana di Gela.

Il Colonnello Fedele durante il proprio discorso di commiato ha ripercorso l’impegnativo periodo di comando durato due anni nei quali, oltre al prolungamento della vita operativa dell’Atlantic e alla fase di transizione del nuovo velivolo P-72A del 41° Stormo, sono state portate a termine diverse attività di carattere internazionali tra le quali il recente G7 di Taormina ed il supporto alle operazioni Eunavformed e Frontex/Triton.

Infine, rivolgendosi al personale schierato, ha detto che: “…in concretezza, il diuturno e silenzioso operare è quello che più ho apprezzato e ricercato in Voi. Quell’amore per la nostra divisa e per le nostre Forze Armate che dovrebbe essere patrimonio comune, non solo del personale militare. Vi ho conosciuto ed apprezzato per il vostro approccio, professionalità e fierezza. Voi che fino ad oggi siete stati il mio personale, in silenzio avete fatto sì che gli obiettivi fossero sempre conseguiti, a dispetto di ogni difficoltà, con disciplina ed onore, come impone la formula del giuramento che suggella il nostro impegno di fronte alla Patria”.

Il Comandante Frare, nell’auspicare il proseguo dei già saldi vincoli di collaborazione ed amicizia con tutte le realtà territoriali presenti e non, ha chiesto al personale dipendente di continuare a mettere a disposizione dell’Istituzione la propria professionalità, in quanto “in un momento storico in cui le risorse non abbondano, è necessario fare squadra, una squadra compatta e determinata per fare emergere quelle eccellenze collettive che ci permetteranno di assolvere pienamente la missione assegnata come hanno saputo fare i nostri predecessori, in pace ed in guerra, esprimendo in sicurezza la massima operatività”.

Il Generale Magnani, appena nominato dal 2 ottobre scorso Ispettore dell’Aviazione per la Marina, nel proprio intervento, ha lodato l’operato del Colonnello Fedele per aver portato a compimento tutti gli obiettivi assegnati dalla Forza Armata e ha augurato un buon lavoro al Colonnello Frare. Infine, al personale presente ha chiesto di continuare ad operare sempre nei limiti della sicurezza del volo alla scopo di garantire, non solo la propria incolumità, ma soprattutto la salvaguardia di tutta la Collettività che vede nelle Forze Armate un sicuro e costante punto di riferimento.

Il Generale Boi, a conclusione degli interventi, ha tenuto a salutare tutte le Autorità ed ospiti intervenuti che con la loro presenza testimoniano la loro vicinanza alla Forza Armata. Nel confermare la piena fiducia al Colonnello Frare ed il plauso a tutto il personale dell’Aeroporto e del 41° Stormo di Sigonella, si è soffermato sull’operato del Col. Fedele, elogiandolo per quanto “ha saputo operare con entusiasmo ed encomiabile impegno in un periodo di grande trasformazione e forte crescita operativa per l’intero Reparto”.

Il Comando Aeroporto di Sigonella, gerarchicamente dipendente dal Comando Forze Supporto e Speciali dell’AM, ha il compito di fornire il supporto operativo, tecnico, logistico ed amministrativo agli Enti e Reparti rischierati ed in transito sull’omonima Base Aerea, assicurando senza soluzione di continuità i servizi necessari per il sicuro ed efficace svolgimento delle attività di volo, che includono tra gli altri l’assistenza tecnica a terra, il rifornimento di carburante, il servizio meteorologico, il servizio antincendio, l’assistenza sanitaria, la disponibilità di infrastrutture ricreative ed alloggiative. Inoltre, è responsabile della fornitura dei servizi traffico aereo all’interno della zona di controllo (CTR) denominata “Catania”, che comprende i cieli della Sicilia orientale e mari adiacenti, ivi compresi l’Aeroporto Militare di Sigonella e quelli civili di Catania-Fontanarossa e di Comiso (RG).

Il 41° Stormo Antisom di Sigonella, gerarchicamente dipendente dall’Ufficio dell’Ispettore dell’Aviazione per la Marina, è dotato di velivoli “BR-1150 Atlantic” e “P-72A” con i quali garantisce la propria missione primaria consistente nel contrastare la minaccia subacquea e navale e nel fornire il servizio di ricerca e soccorso (SAR) in mare a lungo raggio, mantenendo sotto controllo, a protezione delle principali vie marittime, le unità navali subacquee e di superficie potenzialmente ostili. Inoltre, assicura il controllo del traffico mercantile nell’ambito delle operazioni contro il terrorismo internazionale ed il supporto alle attività di controllo dei flussi d’immigrazione clandestina dai quadranti meridionali del mediterraneo, garantendo giornalmente la copertura delle ampie zone di mare d’interesse, la tempestiva localizzazione dei profughi in mare e un costante intervento SAR in caso di sinistro marittimo e/o naufragi.

Fonte e photo credits: UCOM Aeronautica Militare, 41° Stormo

Rispondi