La Boeing Defense, divisione militare del noto costruttore americano, ha consegnato il quarto ed ultimo velivolo Peace Eagle Airborne Early Warning & Control (AEW&C) alla Turkish Air Force sulla base aerea di Konya, portando a completamento la flotta da scoperta radar della Turchia incrementando così la capacità di sorveglianza e gestione dello spazio aereo turco, questione ad oggi molto delicata come visto nelle settimane scorse a seguito del controverso abbattimento di un SU-24 Fencer russo.

Questa ultima consegna comprende anche degli aggiornamenti software al velivolo e l’ultimo elemento per completare la parte di supporto a terra del velivolo, il Software Support Center (SSC) e il simulatore di missione. I tre aerei già consegnati, l’anno scorso, saranno aggiornati allo standard dell’ultimo aereo nei prossimi mesi.
La Boeing ha avuto come partner del programma la Turkish Aerospace Industries, la Turkish Airlines, la HAVELSAN e la ASELSAN che hanno contribuito alle consegne degli aerei, ordinati a Maggio 2003 con un contratto da 1,5 miliardi di dollari.

Il 737 AEW&C Peace Eagle è attualmente utilizzato dalla Turchia, dall’Australia e dalla Corea del Sud, ed è un velivolo basato sulla versione commerciale del 737-700. Il suo radar, integrato dalle 10 mission console gestite dall’equipaggio possono gestire bersagli aerei e marittimi simultaneamente, consentendo di dirigere eventuali forze contro gli obiettivi identificati, mantenendo le capacità di controllo sull’area operativa. Altre caratteristiche importanti sono la possibilità di gestire da bordo gli aerei a pilotaggio remoto UAV e la possibilità di scoprire e seguire missili balistici.
Il primo aereo è stato consegnato il 21 Febbraio 2014, il secondo a Maggio 2014 e il terzo il 4 Settembre 2014. Tutti i velivoli sono utilizzati dal 131st Squadron di Konya.

Rispondi