La Sezione Search and Rescue della Guardia Costiera ha portato a termine la propria attività di ricerca e soccorso effettuata durante il periodo estivo dall’aeroporto di Decimomannu.

Nei giorni scorsi si è conclusa un’importante collaborazione tra l’Aeronautica Militare e il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera che ha consentito, dal mese di luglio, di effettuare l’attività di volo con un velivolo Agusta Westland AW139CP “NEMO” dall’aeroporto militare di Decimomannu.

Questa importante iniziativa, siglata dai rispettivi vertici di appartenenza, è stato il primo passo verso la ricerca di una  possibile sinergia futura nel campo del Search And Rescue Aeronautico tra le due amministrazioni volto ad ottimizzare le risorse per un Servizio SAR più capace ed efficiente.

Il personale dell’Aeronautica Militare di Decimomannu, che assicura con la presenza dell’80° Centro Search and Rescue (CSAR) l’attività di ricerca e soccorso in Sardegna, ha quindi garantito il supporto logistico ed operativo alle operazioni di volo della Guardia Costiera che ha effettuato la propria attività di allarme SAR con un velivolo equipaggiato per la ricerca e il soccorso.

Il Reparto Sperimentale e di Standardizzazione al Tiro Aereo di Decimomannu, grazie alla consolidata esperienza e competenza acquisita nel tempo dal proprio personale e alla presenza di attrezzature all’avanguardia costantemente aggiornate, è in grado di garantire il supporto logistico e tecnico a qualsiasi attività di volo in totale sicurezza e nel pieno rispetto del territorio. Inoltre, per via della particolare ubicazione geografica dell’aeroporto e delle favorevoli condizioni climatiche che caratterizzano la Sardegna, è possibile assicurare da Decimomannu l’attività di volo senza alcuna limitazione e senza soluzione di continuità.

L’80° Centro C/SAR (Search and Rescue) situato presso l’aeroporto di Decimomannu e dipendente dal 15° Stormo di Cervia (Ravenna) garantisce la ricerca e soccorso degli equipaggi di volo, concorre alle attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare e montagna, il trasporto sanitario d’urgenza e il soccorso alle popolazioni colpite da calamità.

L’Aeronautica Militare assicura questi interventi tutto l’anno, H24 con equipaggi ed elicotteri pronti al decollo con brevissimo preavviso, raggiungendo qualsiasi parte del territorio nazionale o delle acque territoriali.

Fonte e photo credits: UCOM Aeronautica Militare

Rispondi