Il 14 Ottobre 2016 Airbus ha celebrato la consegna del decimillesimo aeromobile, un A350-900 destinato a Singapore Airlines. Questo importante evento è stato accompagnato da una speciale cerimonia che si è svolta a Tolosa.

Il 10.000° aeromobile consegnato è il sesto A350-900 di Singapore Airlines su un ordine complessivo di 67 aeromobili. Questo A350-900, con lo speciale logo “10,000th Airbus” sarà utilizzato a fine mese per il lancio di nuovi servizi non-stop tra Singapore e San Francisco.

La decimillesima consegna di Airbus coincide con il periodo nel quale il costruttore ha raggiunto il più elevato livello di produzione di tutti i tempi. Airbus è sulla buona strada per consegnare, quest’anno, almeno 650 aeromobili della sua ampia gamma.

Queste consegne comprenderanno degli aeromobili in grado di rispondere efficacemente ai bisogni dell’insieme delle compagnie aeree, dalle operazioni ad alta frequenza e di corto raggio ai voli intercontinentali più lunghi al mondo.

Singapore Airlines ha ordinato il primo aeromobile ad Airbus nel 1979 e, nel corso degli anni, il vettore e le sue filiali hanno ordinato ogni nuovo tipo di aeromobile prodotto da Airbus. Oggi il vettore principale opera degli A330, A350 XWB, e A380, mentre le filiali regionali, Silkair e Tigerair operano aeromobili a corridoio singolo della Famiglia A320.

10.000 velivolo Airbus consegnato Infografica ottobre 2016

10.000 velivoli Airbus consegnati

Dal 1974 ad oggi

Airbus ha consegnato il suo primissimo aeromobile, un A300B2, a Air France, il 10 maggio 1974. Dopo aver lavorato, agli inizi, esclusivamente nel settore wide body, con i suoi A300 e A310, il costruttore si è lanciato sul mercato degli aeromobili a corridoio singolo, nella metà degli Anni Ottanta, con il suo best-seller, l’A320.

Le tecnologie utilizzate per l’A320, che hanno stabilito nuovi standard nella progettazione degli aeromobili, sono state utilizzate sugli A330 e A340 agli inizi degli Anni Novanta, introducendo per la prima volta delle caratteristiche operative simili su aeromobili a corridoio singolo e wide body.

Gli elevati livelli di similitudine fra i diversi tipi di aeromobile sono una caratteristica propria di Airbus. Questo spirito di familiarità si ritrova nell’insieme dei prodotti dell’azienda, e comprende l’A380 a doppio ponte e il nuovissimo A350 XWB per il lungo raggio, operativo dallo sorso anno.

Grazie al processo di continuo miglioramento dei prodotti della società, gli aeromobili Airbus sono stati ottimizzati in maniera regolare anno dopo anno e ogni nuovo sviluppo ha portato vantaggi significativi in termini di riduzione dei consumi di carburante, di affidabilità tecnica operativa, e di confort. In questi ultimi anni la società ha investito nello sviluppo della Famiglia A320neo, operativa da quest’anno, e della Famiglia A330neo, attualmente in fase di sviluppo e la cui prima consegna è prevista per la fine del 2017.

Inoltre, lo sviluppo della seconda versione del nuovissimo A350 XWB, l’A350-1000, è in fase avanzata. Si prevede che l’aeromobile compia il primo volo entro la fine dell’anno, con la prima consegne nel corso del secondo semestre del 2017. Insieme, le diverse versioni della famiglia A350 XWB ridefiniscono i voli di lungo raggio sul mercato degli aeromobili a doppio corridoio di maggiore capacità, offrendo una riduzione del 25% dei consumi di carburante e introducendo nuovi livelli di confort grazie a maggiore spazio personale a disposizione in tutte le  classi.

I velivoli di Airbus Industries

I velivoli di Airbus Industries

La linea di prodotti Airbus comprende attualmente un totale di 16 versioni appartenenti a quattro famiglie di aeromobili: A320, A330, A350 XWB e A380.

Airbus ha registrato oltre 16.700 ordini per le diverse versioni dei propri aeromobili e i suoi aerei sono attualmente operati da oltre 400 compagnie aeree nel mondo. Il backlog della società, che comprende 6.700 aeromobili da consegnare, è il più elevato mai registrato da un costruttore, e costituisce circa 10 anni di produzione a pieno regime ai ritmi attuali.

Fonte e photo credits: Airbus Industries

Rispondi