La U.S. Air Force ha consegnato quattro nuovi A-29 Super Tucano all’Afghan Air Force il 15 gennaio scorso presso l’aeroporto internazionale Hamid Karzai International Airport. Otto piloti combat ready e un gruppo di tecnici della manutenzione abilitati dal 17 dicembre 2015, sono rientrati in patria dopo un anno di addestramento all’81st Fighter Squadron della Moody Air Force Base in Georgia. I piloti sono i primi di trenta che continueranno ad essere addestrati negli USA per i prossimi tre anni.

Il programma A-29 è parte integrante del programma americano “Building Partnership Capacity” per supportare e sviluppare mezzi e capacità dell’aeronautica militare afghana. Lo sviluppo dell’A-29 ha dato modo a piloti e tecnci dell’USAF di addestrare per la prima volta piloti e tecnici afghani direttamente negli USA.Attraverso questo programma gli USA lavorano alla costruzione di una rete mondiale di partners ed alleati capaci di rispondere in maniera veloce ed adeguata ad eventuali minacce che dovessero presentarsi.

L’addestramento e l’acquisizione della combat readiness, che continuerà per i prossimi mesi, ha avuto come obiettivi lo sviluppo di capacità nell’ambito del close air support, dell’aerial escort, dell’armed overwatch e dell’aerial interdiction.

L’A-29 Super Tucano, in servizio in una decina di forze aeree nel mondo, è sicuramente una delle piattaforme aeree più idonee a svolgere questi compiti, soprattuto in condizioni ambientali difficili come quelle afghane. E’ altamente manovrabile, agile e capace di utilizzare armamento di caduta guidato grazie ai suoi sistemi avionici di quarta generazione. Questo velivolo darà sicuramente maggiori possibilità al governo afghano di contrastare le minacce degli insurgents sul proprio territorio, provvedendo ad un’accurata copertura aerea e forza di attacco a supporto delle truppe di terra. L’addestramento negli USA dovrebbe poi contribuire ad elevare anche le capacità tecniche e di sicurezza nel volo del personale afghano.

Rispondi