Più 450.000 spettatori, 280 spotters e giornalisti accreditati, 10 pattuglie acrobatiche delle quali nove estere, più di 100 aerei ed elicotteri in volo e 12 aree tematiche nell’area della mostra statica, sono i numeri dell’airshow che si è tenuto a Rivolto nel weekend del 5 e 6 Settembre 2015 per celebrare il 55° Anniversario della Pattuglia Acrobatica Nazionale le Frecce Tricolori e l’11° Raduno piloti pattuglie acrobatiche.

La più importante kermesse aeronautica italiana del 2015 non ha di certo deluso le aspettative di tanti appassionati e dei tanti amanti ed ammiratori delle Frecce Tricolori, che da mesi attendevano questo evento, e nemmeno il tempo incerto di sabato ha fermato la folla desiderosa di assistere alle esibizioni in volo di velivoli ed elicotteri italiani e stranieri.

La manifestazione aerea di Rivolto è stata anche l’occasione per confermare e rafforzare ancora di più il legame dell’Aeronautica Militare con i cittadini e con il territorio della Regione Friuli Venezia Giulia che ha contribuito all’organizzazione dell’evento che si è rivelato anche un ottimo volano per l’indotto turistico ed occupazionale del territorio.

Come di consueto la bandiera italiana tenuta da un aero-soccorritore fuori dal portellone di un elicottero SAR del 15° Stormo ha aperto le attività aeree dei velivoli militari e delle pattuglie acrobatiche provenienti da: Arabia Saudita, Austria, Belgio , Finlandia, Francia, Giordania, Italia, Olanda, Polonia, Spagna, Svizzera e Turchia.

La parte del leone è stata naturalmente giocata dall’Italia e dall’Aeronautica Militare che ha messo in campo tutti i velivoli attualmente in servizio dando dimostrazione di elevate capacità tecniche ed operative sia degli equipaggi di volo che dei mezzi stessi che sono la vetrina delle capacità aeronautiche e tecnologiche delle industrie nazionali impegnate nel settore dell’aviazione militare e civile.

55 anniversario frecce tricolori

airshow 55° anniversario frecce tricolori

manifestazione aerea 55° anniversario frecce tricolori

aeronautica militare 55° anniversario frecce tricolori

Nel cielo di Rivolto si sono così alternate le esibizioni delle pattuglie acrobatiche di paesi alleati ed amici dell’Italia con le presentazioni di alcuni velivoli solisti come l’Eurofighter F-2000A e il nuovo T-346A del Reparto Sperimentale Volo, l’F-16 del Belgian Air Force Display Team, l’AH-64 Apache del Demo Team della Royal Netherlands Air Force e il Mig-29 polacco della Polish Air Force.
La Patrouille de France con i suoi Alpha Jet, la Patrouille Suisse e le Turkish Stars con i velocissimi e potenti F-5 Tiger, i Midnight Hawks e i Saudi Hawks con i velivoli inglesi Hawk, la Iskry Team con gli aerei TS-11, la Patrulla Aguila con i C-101 e i Royal Jordanian Falcons con i piccoli Extra-330 hanno dato tutti dimostrazione di grandi capacità tecniche nell’ambito dell’acrobazia aerea collettiva.

Ampio spazio è stato dato alla dimostrazione di alcune peculiari capacità operative della nostra Aeronautica Militare, come il rifornimento in volo tramite il tanker KC-767A con in ala velivoli Eurofighter, Tornado e AMX e anche tramite il KC-130J con al cestello il nuovo elicottero, appena consegnato, HH-101A Caesar che darà un grande impulso nell’ambito del Combat SAR e del Personnel Recovery in territorio ostile.
Il Reparto Sperimentale Volo ha presentato in volo il T-346A, nuovo addestratore tutto italiani dell’Aeronautica Militare e di Alenia Aermacchi in servizio al 61° Stormo, l’Eurofighter Typhoon che come sempre ha dato prova di manovrabilità, potenza e agilità e l’elicottero AgustaWestland AW-149 che ha impressionato il pubblico per la sua estrema agilità.

Anche la storia dell’Aeronautica Militare è stata al centro delle esibizioni grazie ai sorvoli della pattuglia “Legend”, pattuglia composta dagli addestratori che nel corso degli anni hanno formato, e continueranno a farlo, tante generazioni di ufficiali piloti. Potremmo dire una eccellenza mondiale quella della “Legend” che ha riunito insieme un T-6A Texan, un G-59, un MB-326 di Renzo Catellani, un MB-339A, un MB-339CD e l’ultimo arrivato un T-346A.
A completare la parte storica, uno SPAD XIII che si è esibito prima da solo e poi insieme al potente Typhoon a celebrare la “caccia”, prima e più importante capacità dell’Arma Azzurra per la protezione della nazione.
Proprio la protezione , la scorta e l’intercettazione sono state la capacità alla base del display di un velivolo Airbus dell’Alitalia con alcuni Typhoon del 4° Stormo Caccia di Grosseto.

foto aerei al 55° anniversario frecce tricolori

foto elicotteri al 55° anniversario frecce tricolori

foto esibizioni al 55° anniversario frecce tricolori

eurofighter al 55° anniversario frecce tricolori

Tutto questo si è susseguito nei cieli friulani in attesa dell’esibizione delle Frecce Tricolori che a metà mattina di domenica sono decollati per sorvolare l’autodromo di Monza in occasione del Gran Premio d’Italia. Alle 18:00 circa i velivoli MB-339PAN sono decollati per mostrare al pubblico il loro display e il tricolore più grande del mondo di fronte a tutti gli appassionati assiepati in aeroporto.
Domenica 6 settembre alla presenza delle autorità, del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella , del Ministro della Difesa, del Capo di Stato Maggiore della Difesa e del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica è stata presentata anche la nuova manovra delle Frecce Tricolori, denominata “Scintilla Tricolore”.
La formazione acrobatica più numerosa al mondo con 10 aerei, 18 figure acrobatiche, 55 anni di storia, una nuova manovra e una nuova livrea. Questi i numeri dell’esibizione delle Frecce Tricolori, il cui inizio è stato accompagnato dall’inno nazionale cantato dal vivo dalla voce del tenore Francesco Grollo.
La Pattuglia Acrobatica Nazionale è l’espressione dei Reparti dell’Aeronautica Militare. Tutti i Piloti assegnati alla PAN provengono da unità operative di volo che quotidianamente contribuiscono a garantire la sicurezza del Paese, promuovono gli interessi nazionali e assicurano servizi essenziali alla collettività.

Oltre alla parte prettamente “dinamica” l’airshow di Rivolto ha presentato anche una parte “statica” a terra suddivisa in una mostra di aerei ed elicotteri, e dodici aree tematiche utilizzate per dimostrare le capacità operative e tecniche del personale e dei velivoli dell’Aeronautica Militare: lo spazio, le forze speciali, l’addestramento e le scuole di volo, i simulatori di volo, la difesa aerea missilistica, il trasporto sanitario, il servizio meteo e l’acrobazia aerea con la storia delle Frecce Tricolori.
Per quanto riguarda lo spazio, la nuova frontiera aeronautica del futuro, Rivolto ha visto la presenza contemporanea di tutti e gli otto astronauti italiani che negli anni hanno partecipato alle spedizioni nello spazio.

Tutto l’airshow è stato seguito live via radio da RTL 102,5 dalla RAI con collegamenti su RAI Sport e RAI Uno e via diretta streaming anche dal sito dell’Aeronautica, dando così la possibilità di seguire l’evento anche a chi è rimasto a casa.

pattuglie acrobatiche al 55 anniversario frecce tricolori

frecce tricolori

manifestazione aerea di rivolto 5-6 settembre 2015

air show di rivolto 5-6 settembre 2015

Potresti essere interessato anche alle seguenti gallerie fotografiche:

L’autore e Aviation Report desiderano ringraziare l’UCOM dell’Aeronautica Militare e tutto il personale dell’Arma Azzurra per l’ospitalità, l’assistenza e per l’efficiente organizzazione della manifestazione aerea.

Testo: Stefano Monteleone

A proposito dell'autore

Editore responsabile del portale Aviation Report. Appassionato di tutto ciò che vola soprattutto se militare, di elisoccorso e della Go Pro! Esperto di Web Design, Web & Social Media Marketing e di programmazione web. Ho volato a bordo di aeromobili militari quali: AB 212, EH-101, SH-90 (Marina Militare), AW-139 (Guardia Costiera), HH-139A, C-27J, KC-767A (Aeronautica Militare), CH-47C (Esercito AVES), ATR-42, HH-412C (Guardia di Finanza).

Post correlati

Rispondi