Cuatro Vientos (LECU nel codice ICAO), fondato nel 1911, è una delle zone più carismatiche, accattivanti e storiche dell’aviazione spagnola, una delle sedi centrali dell’Ala 48 del Ejercito del Aire spagnolo. In questo bellissimo ambiente, situato a sud-ovest di Madrid, il cui nome sembra destinato a ospitare l’attività aeronautica, sabato 7 Ottobre, più di quarantamila fan hanno partecipato al festival dell’aviazione per celebrare il 25° anniversario della fondazione dell’Ala 48 del Ejercito del Aire.

L’Ala 48 è stata creata il 19 febbraio 1992 proprio nella base aerea di Cuatro Vientos, Madrid, costituita da un gruppo delle Forze Aeree spagnole, composto dal 803 Escuadrón e dal 402 Escuadrón che erano già operativi in questa storica base aerea.

ALA 48, guardando indietro con rispetto

L’803 Escuadrón ha la sua origine nel 1954, quando presso la base aerea di Getafe fu creata la 53 Escuadrilla de Salvamento dotata di cinque elicotteri Sikorsky 55, cambiando il suo nome nell’attuale 803 Escuadrón nel 1965, passando nel 1973 alla base aerea di Cuatro Vientos. Da quel momento ha effettuato più di 130.000 ore di volo.

Questa unità fa parte della componente SAR del Ejercito del Aire insieme ai gruppi di volo SAR 801 di Maiorca e 802 della base aerea di Gando a Gran Canaria. Molto amati dagli spagnoli, questi gruppi di volo sono intervenuti in molte occasioni per soccorrere la popolazione civile sia su terra che su mare.

Dal 1973 fino al 1991, lo squadrone ha coperto anche il distaccamento del soccorso marittimo di La Coruña, intervenendo in soccorso durante il naufragio di diverse imbarcazioni come la “Urquiola”, “Andros Patria”, “Casón”, “Topoloveni”, “Mariscador”,”Mar Egeo” e nel più famoso e drammatico affondamento della petroliera “Prestige”. L’Ala 48 è anche impegnata nel trasporto medico sanitario e in quello di organi per il trapianto dove in quest’ultima attività la Spagna e il suo sistema nazionale dei trapianti è un modello globale ed esempio di solidarietà per la salvaguardia della vita umana.

L’803 Escuadrón ha anche un forte carattere “expeditionary”. Il primo rischieramento all’estero è stato a Ifni vecchia provincia spagnola in Africa occidentale nel 1958. Da allora l’Ala 48 ha partecipato alle seguenti operazioni:

  • Mozambico nel 2000 per il sostegno alla popolazione a seguito di inondazioni.
  • Operazione Noble Sentinel: sorveglianza dell’immigrazione clandestina (Repubblica di Capo Verde e Isole Canarie).
  • Operazione Atalanta contro la pirateria in Somalia (Gibuti).
  • Operazione NATO Unified Protector in Libia (Base aerea di Decimomannu, Italia).
  • Operazione Active Endeavour e Operazione Sea Guardian nelle acque mediterranee.
  • Operazione UE Sophia nel nord della Libia contro il traffico dei migranti (base aerea Sigonella, Italia).
  • Missioni a sostegno della Guardia Civil in occasione delle operazioni FRONTEX, HERMES e Índalo.

Dal 2005 al 2013 l’Ala 48, ha mantenuto un distaccamento presso il Forward Support Base di Herat (Afghanistan) per svolgere missioni in ambito ISAF con tre elicotteri HD.21 Super Puma del distaccamento HELISAF ed effettuando quasi 6.000 ore di volo e più di 1.200 missioni MedEvac. Oggi è in atto un piano per il trasferimento dell’Ala 48 sulla base aerea di Getafe che già opera, su questa base aerea, con i velivoli ad ala fissa Casa CN-235 in versione per la sorveglianza marittima (VIGMA D-4).

Oggi, persone e macchine dell’ Ala 48

L’Ala 48 conta circa 290 persone compresi ufficiali, sottufficiali, truppa e personale civile, responsabili dell’esecuzione e della gestione delle attività di volo, di manutenzione e di amministrazione. Questo personale è integrato nel 402 Escuadrón e nel 803 Escuadrón, ognuno con le seguenti particolarità:

Il 402 Escuadrón del  Ejercito del Aire

Il 402 Escuadrón è l’unità incaricata di eseguire tutti i trasporti delle personalità e dei vertici dello Stato, in quanto membri della Casa Reale, della Presidenza del Governo e dei diversi Ministeri. Collabora anche nell’addestramento degli equipaggi dell’ 803 Escuadrón. Nel 1975 fu creata l’unità aerea, situata nella base aerea di Cuatro Vientos, come unità indipendente dotata di elicotteri AS.330 Puma e Bell 205 e che prese la denominazione di 402 Escuadrón tre anni dopo. Il 23 novembre 1975 Don Juan Carlos I fece il suo primo volo come Re di Spagna con gli elicotteri di questa unità aerea. Dal suo inizio, ha effettuato più di 43.000 ore di volo.

L’ 803 Escuadrón del  Ejercito del Aire

Con i suoi mezzi ad ala rotante HD.21 / AS.332 Super Puma sviluppa le funzioni di recupero del personale (PR – Personnel Recovery) e di evacuazione medica (HME – Helicopter Medical Aeroevacuation). La missione PR include: SAR, Deployed SAR, CSAR, CR e NAR (Non- Conventional Assisted Recovery), ma anche SAO (Special Air Operations) con capacità di attuare e gestire una SOATU (Special Operations Aviation Task Unit).
Con i velivoli ad ala fissa D.4 / CN-235 VIGMA svolge come compito primario le missioni SAR e come compito secondario quello della sorveglianza marittima.

Ala 48 Ejercito del Aire patchCuriosità

L’emblema attuale della Ala 48 combina in una singola immagine i due simboli degli squadroni che la compongono. A seconda del suo orientamento, rappresenta un Puma simbolo del 402 Escuadrón o un’aquila in volo emblema del 803 Escuadrón.

Mezzi aerei

Attualmente l’Ala 48 è dotata di elicotteri AS-332 Super Puma e AS-532 Cougar presso la base aerea di Cuatro Vientos nel 402 Escuadrón e dei Casa Nurtanio CN-235 T.19B / D.4 VIGMA basati sulla base aerea di Getafe con il 803 Escuadrón SAR.

Testo: Antonio Rodríguez
Immagini: Orlando Rodríguez e Bernardo Puente

Rispondi